Michela Ghio / Fotografia  / #flatlay

#flatlay

Cos’è, perché e quando usarlo.
#FLATLAY è uno degli hashtag più frequentemente utilizzato per identificare online le fotografie scattate dall’alto, rese celebri dai social e dove ormai spopolano da anni.
Inizialmente le più frequenti erano le immagini rubate al momento dei pasti, dove influencers e non si sbizzarrivano a condividere tavole più o meno imbandite; da lì in poi il fenomeno è cresciuto a dismisura e questa inquadratura è stata adottata in molti altri contesti per immortalare di tutto.
Dunque, un po’ per moda e per divertimento, sono stati gli utenti più comuni a diffondere nel web questo tipo di immagine, ma parallelamente anche tantissimi brand hanno cominciato ad apprezzare le sue potenzialità, così sempre più spesso hanno scelto questa soluzione per promuovere i propri prodotti, specialmente su piattaforme come Instagram.

Il vantaggio più grande secondo me è che l’impatto visivo è particolarmente efficace, infatti, se la composizione (mai casuale) è studiata con maestria e creatività, la sua potenza narrativa può essere davvero convincente e lo spettatore rimane inevitabilmente coinvolto.
L’equilibrio perfetto tra uno scatto improvvisato e l’attento studio di ogni più piccolo dettaglio è però il segreto principale che rende questo tipo di fotografia un successo; per avvicinarti al tuo possibile cliente infatti credo sia fondamentale ricreare una scena credibile, nella quale lui possa immedesimarsi, dev’essere un istante in cui lui può riconoscere uno spaccato della sua vita.
Per il resto non esistono delle regole precise e non mi piace elencare dei dettami che teoricamente ti aiuterebbero a creare una foto impeccabile, ma soprattutto sono convinta che l’utilizzo di questa soluzione non sia per tutti né per sempre.
Come ogni capo d’abbigliamento anche un’inquadratura può valorizzare o al contrario sminuire un punto di forza, quindi penso sia giusto considerare con attenzione se e quando scegliere un’opzione anziché un’altra.

Faccio un esempio banale:
vuoi promuovere una bottiglia di vino e per fotografarla dall’alto dovresti per forza sdraiarla, ma quale può essere una situazione credibile in cui una bottiglia di vino se ne sta beatamente adagiata magari su un bel tavolo apparecchiato? Forse alla fine di una serata piuttosto movimentata, ma siamo certi che sia questo il messaggio che vuoi comunicare nello sponsorizzare un tuo prodotto?
A meno che quindi non trovi un’idea geniale per “giustificare” un dettaglio così insolito, forse per una foto del genere converrebbe studiare un’altra inquadratura.


La foto qui su l’ho scattata durante una degustazione di vini in Sicilia

Io personalmente amo i #flatlay e, oltre a pubblicarne nei miei vari spazi web, li propongo spesso ai miei clienti (non solo per i social) quando mi sembra opportuno e qualora abbia già bene in mente come progettare una scena.

In senso orario da sinistra, foto scattate per Setteundici, Coaching in fabula e Bonomelli

Quando decido di proporre tagli di questo genere, ogni mia premura è rivolta a personalizzare qualunque dettaglio presente: i props di scena, gli sfondi e i colori sono accuratamente scelti con il cliente e posizionati per conferire all’imagine autenticità e armonia, mentre le luci, sempre naturali, sono studiate per evitare zone con ombre fastidiose o troppo contrastate. Infine un buon lavoro di post-produzione, se e quando serve, mi aiuta a risolvere piccole imprecisioni o sgradevoli discromie.

In conclusione i miei consigli sono

UTILIZZALO SE:

  • hai già un’idea originale e dei motivi ragionevoli che ti spingono in questa direzione
  • il prodotto che vuoi vendere è compatibile con un’inquadratura così particolare
  • la composizione esalta il messaggio che desideri comunicare

NON UTILIZZARLO SE:

  • vuoi semplicemente imitare qualcuno o perché sembra la moda del momento
  • una volta costruita la scena il risultato è palesemente artificioso e privo di personalità
  • l’immagine non mette in risalto il valore del tuo prodotto o addirittura lo penalizza

E tu tra le tue foto preferite sui social, quali hashtag segui di più?

L’immagine in copertina è una mia foto realizzata per la campagna web #Attimispeciali di Bonomelli.

Salva

No Comments
Post a Comment